Sabaudia: Bianchi in FdI, si dimette D’Amico

A Sabaudia il partito della Meloni continua a perdere pezzi. Nella giornata di ieri l’ex portavoce comunale di Fratelli d’Italia a Sabaudia ha rassegnato le dimissioni dopo che, a sua insaputa l’ex consigliere di Forza Italia, Renato Bianchi ha lasciato il partito di Berlusconi per passare con quello di Giorgia Meloni.

Le dimissioni di D’Amico

E’ con amarezza e grande rammarico che oggi (ieri, ndr) – si legge nella lettera di addio dell’ex portavoce comunale di Fratelli d’Italia, Mimino D’amico – , ho rassegnato le mie dimissioni immediate ed irrevocabili dalla carica di coordinatore cittadino nelle mani del Senatore Nicola Calandrini. 

L’incarico a D’Amico durato solo due anni

L’incarico mi era stato conferito a gennaio 2019, circa 2 anni fa, – continua D’amico nella missiva – per una convergenza di intenti di rinnovamento politico fra la segreteria provinciale ed il mio gruppo. Due anni di lavoro intenso fatto di sinergie ed obiettivi comuni nel quale ogni decisione è stata condivisa con la base ed avallata dai vertici provinciali. FdI per Sabaudia ha elaborato un progetto politico innovativo che ci ha fatto crescere nei consensi e nel gradimento dei cittadini, ad oggi siamo, senza tema di smentita la prima forza politica della Città.

“Chieste regole certe di rinnovamento”

Poi due mesi fa succede qualcosa, abbiamo alzato il tiro chiedendo regole certe di rinnovamento della classe politica del centro destra con l’esclusione di ex sindaci, candidati sindaci e politici a vario titolo destabilizzanti, personaggi e progetti falliti e perdenti da non più  riproporre.

Fiducia ritirata

Ora la fiducia che ci era stata concessa ci viene ritirata e non ci resta altra strada che le dimissioni per proseguire nei nostri ideali. La classe politica al potere nella nostra città, dal governo all’opposizione è sicura di trarre vantaggio dalle mie dimissioni ma sarà un risultato effimero e provvisorio poiché le idee non hanno né bandiera e né partito e non si fermano mai. Ringrazio tutti, i dirigenti, militanti, simpatizzanti e cittadini che ci hanno sostenuto nelle nostre battaglie politiche. Spesso la fine – conclude nella lettera di dimissioni – non è altro che l’inizio di qualcosa di più grande”.

Avatar

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *