Tinteggiare casa, ecco come scegliere i colori

Fin da quando l’uomo ha iniziato il suo lungo percorso di edificazione il colore ha svolto sempre un ruolo fondamentale.

Le tendenze moderne e contemporanee, a volte esasperate, nella ricerca dei colori e delle tonalità cromatiche per la tinteggiature delle nostre case, non sono in realtà un vezzo, ma sono la naturale predisposizione che ognuno di noi ha nel cercare di rendere belle ed accoglienti le proprie abitazioni e soprattutto a creare un contesto in cui sentirsi a proprio agio e che lo rispecchi, spesso utilizzando colori che lo caratterizzino.  

In passato doveva trasmettere un messaggio spiriturale

I grandi templi delle civiltà del passato, da quella sumera a quella egizia, da quella greca a quella romana erano tutti finemente colorati, spesso con colori vivi, accesi, non solo per un mero aspetto estetico, ma perché il colore doveva contribuire a rendere l’architettura più imponente, grandiosa e perché attraverso i colori si voleva anche lanciare messaggi di tipo spirituale, aumentando il senso ed il significato che l’architettura doveva trasmettere.

Oggi cosa rappresenta il colore?

Oggi quando scegliamo i colori che utilizziamo nelle nostre case, in realtà, anche se in piccolo, facciamo la stessa cosa, scegliamo colori che ci trasmettono emozioni e che identificano lo spazio che ci rappresenta.

Come scegliere le tonalità cromatiche

I colori e le varie tonalità cromatiche che caratterizzano gli ambienti domestici vanno progettati, diventano parte integrante del progetto architettonico che non si occupa più solo della definizione e creazione degli spazi, ma ne determina sempre più spesso anche la colorazione. Questo perché da qualche tempo a questa parte l’aspetto cromatico sta assumendo un peso sempre maggiore, sia perché definisce gli ambienti domestici, sia perché interviene nell’illuminazione degli spazi e infine perché il colore contribuisce al benessere psico-fisico delle persone che in essi vivono.

Gli studi scientifici e l’umore influenzato dai colori

Studi scientifici hanno ormai da tempo evidenziato che i colori influenzano l’umore delle persone, determinandone così la scelta nei vari ambienti in cui esse svolgono quotidianamente le loro attività. Quindi la scelta dei colori all’interno di un progetto architettonico, diventa un elemento fondamentale per creare le migliori condizioni di vita delle persone nelle case e dei luoghi di lavoro. Ovviamente ridurre la scelta dei colori sulla base degli effetti che essi producono sul nostro stato d’animo, significa però standardizzare l’uso degli stessi e pertanto nella scelta dei colori si può determinare una linea guida che invece tenga conto di tre elementi integrativi.

Tre punti fondamentali

Dalla relazione di questi si possono individuare delle selezioni di colori dalle quali poi scegliere quelli definitivi, tenendo conto di tre aspetti fondamentali, quello non discrezionale che tiene conto dei colori in base all’effetto che esso genera in un ambiente, quello discrezionale che tiene conto di come i colori possono influenzare l’umore delle persone ed infine del criterio funzionale, ovvero la destinazione d’uso di un ambiente e la sua organizzazione spaziale.

Gli aspetti non discrezionali

La resa cromatica di un colore è funzione di diversi fattori, uno dei principali è sicuramente la luce ed il tipo di luce, naturale o artificiale e la sua intensità. Influiscono molto anche la disposizione rispetto ai punti cardinali e gli arredi presenti in un ambiente. Gli ambienti disposti a nord, con luminosità ridotta, tendenzialmente dovrebbero avere colori caldi, quelli invece orientati a sud colori freddi, se invece sono disposti ad est i colori saranno chiari e freddi, mentre se saranno orientati ad ovest si utilizzeranno tendenzialmente colori freddi. Spesso i colori possono essere anche combinati, creando giochi ed effetti di chiaro e scuro o combinazioni cromatiche complementari o a contrasto.

Non tralasciare la luminosità di un ambiente

Altri importanti elementi che caratterizzano i criteri non discrezionali sono il livello di luminosità di un ambiente, tenendo conto che esso influisce sulla percezione della profondità degli spazi, l’uso di colori chiari tenderà a dare un effetto di avvicinamento, mentre l’utilizzo di colori freddi il contrario. Altro elemento importante è la modalità di utilizzo dei colori, unico su tutte le pareti, oppure più colori su pareti diversi in base a specifiche combinazioni. Infine, un ulteriore elemento da considerare è la tipologia della luce, se si usano luci fluorescenti ovvero fredde, si possono bilanciare con tonalità cromatiche calde.

Gli aspetti discrezionali

Gli aspetti discrezionali sono funzione della sensibilità di ogni singola persona, infatti ciascuno di noi ha una percezione emotiva diversa di un colore che dipende dal nostro modo di essere, dalla nostra personalità, ma anche da una particolare sensazione associata ad un colore in un particolare momento o periodo della nostra esistenza. Ecco perché quando scegliamo un colore lo facciamo anche indipendentemente da quei fattori non discrezionali già descritti e seguendo quello che ogni singolo colore esprime per noi.

Le caratteristiche di ogni colore

Ogni colore è associato a specifiche caratteristiche, vediamo quali sono quelle dei colori maggiormente usati:

Rosso: – E’ il colore della forza, dell’energia, con effetti stimolanti sulla volontà ed il coraggio;

Giallo: – E’ il colore della concentrazione e della luce solare, favorisce l’apprendimento ed esprime brio e frizzantezza, regola il battito cardiaco e la pressione arteriosa;

Bianco: – E’ il colore della vitalità, della speranza e della fiducia, esprime pulizia, solarità e rigenerazione.

Verde: – E’ il colore della calma, della riflessione, esprime ponderatezza, rappresenta il mondo vegetale e favorisce i rapporti sociali.

Blu: –  E’ il colore che nelle tonalità più scure esprime relax, equilibrio, stimola il senso olfattivo, visivo ed uditivo, nelle tonalità più chiare invece esprime profondità d’animo e sensibilità.

Viola: – E’ il colore dell’intelligenza, della devozione e conoscenza, nelle tonalità più chiare esprime femminilità e sensualità, in quelle più scure passione ed erotismo.

Arancione: – E’ il colore dell’armonia interiore, della crescita, esprime gioia e felicità, creatività ed ambizione.

Gli aspetti funzionali

Gli aspetti funzionali quindi tengono conto sia delle caratteristiche specifiche dei vari colori, ma anche delle destinazioni d’uso dei vari ambienti, della durata della fruizione degli stessi e del momento della giornata in cui questi vengono fruiti. Quindi i criteri funzionali rappresentano un po’ una sintesi di quelli precedentemente descritti e pertanto vediamo in quali ambienti possono essere utilizzati i colori solitamente più usati.

Il rosso è ottimo in ambienti dove si praticano attività energetiche, palestre, luoghi per attività agonistiche, discoteche.

Il giallo invece in ambienti dove serve attenzione ma anche rilassatezza, ovvero cucine e uffici.

Il bianco è un colore molto versatile, si abbina perfettamente a tutti gli ambienti domestici e anche lavorativi.

Il verde invece si addice preferibilmente agli ambienti dove vengono svolte attività di studio e di apprendimento, quali camere da letto, studi e scuole, università.

Il blu, in funzione delle varie tonalità, può essere indicato nelle camere da letto, nelle cucine e nei bagni.

Il viola, come il rosso ed anche di più, si addice a tutti quei locali dove si spigiona forza, energia e vigore.

L’arancione si presta ai salotti, living e tutti gli spazi di socializzazione.

Pertanto la scelta dei colori nel progetto architettonico non è solo una scelta estetica, ma oggi rappresenta la consapevolezza della loro funzione ai fini dello svolgimento delle attività che negli ambienti progettati si praticano e del contributo che i colori possono dare alla ottimizzazione delle stesse.

Cristiano Rossi

Author: Cristiano Rossi

Progettista architettonico, strutturale e consulente d'ufficio. cristiano_box@virgilio.it

1 thought on “Tinteggiare casa, ecco come scegliere i colori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *