Cellulite e ritenzione, via col check up prima del caldo

Con l’avvicinarsi della stagione calda i problemi estetici e funzionali delle gambe delle donne si evidenziano e si accentuano sempre più.
Da una parte l’aspetto della pelle a buccia di arancia causato dalla cellulite che non fa superare brillantemente la famosa prova costume, dall’altra i problemi circolatori come vene varicose e capillari che possono peggiorare notevolmente con l’aumento della temperatura.

Pesantezza, gonfiore e crampi, le cause

In breve tempo la sensazione di pesantezza, il gonfiore e i crampi notturni diventano quasi insopportabili.
La causa è l’insufficienza venosa e linfatica che determinano un ristagno di liquidi che fa aumentare anche la cellulite.
Inoltre si può instaurare un circolo vizioso tra il peggioramento della microcircolazione che a sua volta causa un peggioramento della cellulite :in breve tempo ci si può trovare con gambe gonfie, dolenti e non belle a vedersi.

Ecco alcuni accorgimenti

Alcuni semplici accorgimenti possono aiutare a rallentare l’evoluzione di questi processi durante i mesi caldi: ridurre l’esposizione al sole evitando le ore centrali della giornata, camminare ogni giorno nell’acqua del mare, bere molta acqua, evitare abiti stretti o tacchi troppo alti, controllare il
sovrappeso, abolire il fumo di sigarettae soprattutto aumentare l’attività fisica.

Controllo angiologico ed eco color doppler prima del grande caldo

Una buona abitudine prima dell’estate è anche quella di sottoporsi a un controllo angiologico, soprattutto se vi sono disturbi come senso di pesantezza, gonfiore alla caviglia, presenza di molta cellulite.
In questi casi l’ esame eco color doppler associato alla visita può scoprire l’insufficienza venosa quando è ancora ai primi stadi evitando così il peggioramento che si avrà inevitabilmente con l’aumento delle temperature. LEGGI ANCHE QUI

Qual è la terapia medica?

La terapia medica prevede l’impiego di sostanze naturali che migliorano il tono venoso e il flusso linfatico. Si utilizzano anche creme e gel che favoriscono la circolazione. In qualche caso si possono prescrivere calze elasto-compressive specifiche per il periodo caldo, leggere e ben sopportabili.
Tali accertamenti evidenziano anche lo stadio della eventuale cellulite, per stabilire sia le cure generali che i trattamenti localizzati che la riducono in maniera significativa in breve tempo.

In conclusione il periodo pre estivo può essere il momento ideale per controllare lo stato di salute delle proprie gambe, sia dal punto di vista clinico con l’esame accurato della propria circolazione, sia dal punto di vista estetico con gli eventuali trattamenti che eliminano cellulite e la ritenzione idrica.

Maurizio Pizzutelli

Author: Maurizio Pizzutelli

Medico specialista in chirurgia vascolare e medicina estetica. Attualmente mi occupo di angioestetica, trattamenti rigenerativi per le vene varicose e il ringiovanimento del viso e del corpo. mauriziopizzutelli@gmail.com Tel: 3473333865

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *