Parcheggi, un euro l’ora per sostare tra il degrado

Un euro l’ora per parcheggiare l’auto in uno sterrato pieno di buche, erba alta e sporcizia varia, tra cui rami secchi. E’ quello che oggi offre Sabaudia a chi parcheggia nel piazzale a pagamento che costeggia piazza Santa Barbara, nel cuore della città delle dune.

Parcometri scoperti ma circondati dall’incuria

La ditta appaltatrice su ordine dell’Amministrazione comunale ha provveduto a scoprire i parcometri per dare inizio, dal 15 aprile, alla ‘stagione’ delle soste a pagamento. Basta fare un giro (le foto allegate all’articolo sono state scattate ieri pomeriggio, ndr) per vedere qual è lo scempio al quale tutti , anche i meno attenti, sono costretti ad assistere.

Quanto bisognerà attendere ancora?

Quanto dovranno attendere ancora i cittadini di Sabaudia per vedere una città pulita e degna del nome di città delle dune, amata e conosciuta in tutto il mondo per le sue bellezze? Chi ha provveduto a togliere la protezione ai parcometri e a metterli in funzione, come ha potuto non notare il tanto degrado che regna sovrano nel piazzale sterrato a pagamento? Come ha potuto non segnalare il problema? Perché tanta superficialità? Alla luce dei fatti sembra che il Comune pensi soltanto a fare cassa senza dare nulla in cambio ai cittadini. Che servizio offre la città a residenti e turisti che sostano l’auto su quello sterrato? Nessuno. Anzi. Vi diremo di più: fate molta attenzione quando entrate nel piazzale sterrato, le buche e i vari avvallamenti, potrebbero danneggiare seriamente l’auto.

Basta scaricabarile

E’ ora di finirla con le giustificazioni e con lo scaricabarile. Basta fare spallucce. Basta! La città ha bisogno di manutenzione. Subito. Siamo arrivati quasi ad un punto di non ritorno. Sabaudia ha bisogno di essere curata. Sì, avete capito bene, ‘curata’ proprio come un malato grave. Sabaudia sta morendo sotto gli occhi increduli e impotenti dei tanti cittadini che hanno sperato in un cambiamento. Gli stessi che oggi sono delusi e amareggiati da un’Amministrazione che aveva promesso tanto, proprio partendo dal verde pubblico e invece si sta dimostrando di gran lunga peggiore del periodo di commissariamento. Siamo all’inizio del terzo anno di mandato dell’Amministrazione Gervasi, quanto bisognerà attendere ancora? Vorremmo saperlo noi come tutti i sabaudiani, stufi di essere presi in giro con chiacchiere inutili.

Tiziana Cardarelli

Author: Tiziana Cardarelli

Una passione per il giornalismo diventata una professione. Una professione che sento nell'anima. Rendermi utile mi aiuta a vivere meglio. Cosa mi riempie il cuore di gioia? Il volontariato e vedere sorridere gli occhi dei bambini. Aiutare il prossimo dà un senso di leggerezza e di benessere interiore. Adoro gli animali perché riescono ad amare in modo incondizionato. Nonostante l'esperienza che credo sia la somma delle fregature, mi abbia insegnato che la riconoscenza sia solo il sentimento della vigilia, continuo ad essere sempre disponibile con il prossimo. La mia malattia cronica? Essere una nostalgica romantica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *