Sabaudia: beni confiscati, bocciata in Consiglio comunale la proposta di Giovanni Secci

Bocciata nel corso dell’Assise che si è tenuta questa sera a Sabaudia, la proposta del consigliere Giovanni Secci, (F.I.) di decidere insieme, in Consiglio comunale sulla finalità dei beni confiscati.

Secci: “Sarebbe stato un gesto di apertura verso tutta la collettività”
Il commissario straordinario di Forza Italia, Giovanni Secci

“Sarebbe stato un gesto di apertura della maggioranza verso tutta la collettività per questo l’approvazione sarebbe stata più che pertinente – ha commentato a conclusione dell’Assise il commissario straordinario di Forza Italia-. Il Consiglio comunale rappresenta tutta la cittadinanza. I beni confiscati sono stati ceduti alla città di Sabauda e proprio per questo sarebbe stato più opportuno che tutti insieme, proprio per il bene dei sabaudiani, avessimo deciso in Consiglio quale finalità dare agli immobili confiscati. Alla minoranza – ha aggiunto Secci – si chiede una delega in bianco. Una delega che si può dare ad una Amministrazione che merita fiducia. La squadra Gervasi, invece, è politicamente incompetente, come ampiamente dimostrato in questi due anni e mezzo di gestione della cosa pubblica. Quella di questa sera è l’ennesima dimostrazione che davanti ad una effettiva possibilità di condivisione, l’intera maggioranza ha declinato l’invito. A questo punto – ha concluso il commissario straordinario di Forza Italia, Giovanni Secci – non resta che vigilare su quelle che saranno le destinazioni che verranno attribuite ai beni e sulle future assegnazioni”.

Avatar

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *