‘Attenti al lupo’, la provocazione di Secci in Consiglio

Come per la fisica anche in politica vige il principio che ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria? Sembra proprio di sì. Lo ha dimostrato questa sera il commissario straordinario di Forza Italia, Giovanni Secci nel corso del Consiglio comunale.

La maglia provocatoria di Giovanni Secci

Il consigliere di minoranza si è seduto al tavolo dell’Assise cittadina a Sabaudia indossando una maglia con scritto ‘Attenti al lupo’.
Una provocazione palese riferita al comunicato stampa, diramato qualche giorno fa da ‘Cittadini per Sabaudia’.

La nota stampa di Cittadini per Sabaudia

Nella nota stampa sulle dimissioni dell’assessore Ennio Zaottini si legge “L’impegno di tutti noi non passa attraverso la semplice equazione del consenso immediato fatto di ombre e favori, ma affronta il più impegnativo compito della corrispondenza fra responsabilità e rispetto dei cittadini in un’azione di governo attenta e determinata a portare la nostra città verso un solido sviluppo sociale ed economico. Presto grazie alle decise scelte con cui abbiamo voluto ridare regole certe e garanzie di procedure avremo il senso di quanti risultati sono stati raggiunti.

Il nostro movimento cresce e si consolida anche per un obiettivo preciso quello di voler essere l’argine a protezione di questa comunità, per far capire ai lupi del passato che non è più possibile ritornare, magari sotto mentite spoglie e più famelici che mai, a distruggere quello che è stato costruito con fatica, fiducia e impegno da tutti noi e primo fra tutti dal nostro Sindaco, espressione di quel voto di cambiamento voluto da Sabaudia”.

Dinanzi ad affermazioni pesanti, messe nero su bianco in una nota diramata alla stampa, il commissario straordinario di Forza Italia ha deciso di indossare in consiglio comunale una maglia provocatoria.

L’intervista a Giovanni Secci (F.I.)

Come mai ha deciso di indossare questa maglia così provocatoria?

“Quanto scritto da Cittadini per Sabaudia lo reputo di estrema gravità. Su questo argomento credo sia giusto alzare quanto più possibile l’attenzione. Come diceva un vecchio detto: ‘Meglio un giorno da lupi che cento da asini’. Da oggi in poi faremo un lavoro puntale per dimostrare quanti annunci  sono stati fatti e quanti portati a termine. Praticamente nessuno. Approfondiremo bene la questione. Controlleremo in modo minuzioso su chi ha fatto clientelismo, su chi ha reso trasparente il Comune, su chi ha sistemato, come qualcuno sostiene, la macchina amministrativa o al contrario l’ha resa non funzionante. Metteremo nero su bianco ogni cosa perché è ora di finirla di calunniare il ‘vecchio’. Sono trascorsi due anni dall’insediamento di questa Amministrazione e in tutto questo tempo la squadra dei ‘nuovi’ non ha saputo dimostrare nulla. Ora il ‘vecchio’ si è stancato. Il sindaco Gervasi e i suoi amministratori non hanno fatto nulla di nuovo. Dicono di avere programmato per il futuro, contrariamente al vecchio. Vedremo. Vedremo quanti progetti ha presentato questa Amministrazione, quanti ne avevano presentati le vecchie amministrazioni, con i risultati raggiunti dal vecchio e dal nuovo. Tutto con documenti alla mano e con possibilità di comparazione da parte dei cittadini. Basta con gli annunci, basta con gli slogan”.

Giovanni Secci è molto determinato a fare chiarezza sulle affermazioni di Cittadini per Sabaudia. Una determinazione pungente che potrebbe non escludere clamorose vicende politiche.

Tiziana Cardarelli

Author: Tiziana Cardarelli

Una passione per il giornalismo diventata una professione. Una professione che sento nell'anima. Rendermi utile mi aiuta a vivere meglio. Cosa mi riempie il cuore di gioia? Il volontariato e vedere sorridere gli occhi dei bambini. Aiutare il prossimo dà un senso di leggerezza e di benessere interiore. Adoro gli animali perché riescono ad amare in modo incondizionato. Nonostante l'esperienza che credo sia la somma delle fregature, mi abbia insegnato che la riconoscenza sia solo il sentimento della vigilia, continuo ad essere sempre disponibile con il prossimo. La mia malattia cronica? Essere una nostalgica romantica.

1 thought on “‘Attenti al lupo’, la provocazione di Secci in Consiglio

  1. Durante l’ultima campagna elettorale al ballottaggio ho votato e fatto votare la Signora Giada GERVASI, convinto del cambiamento di questa bellissima Sabaudia. Una Signora candidata nella lista del Sig. Giovanni Secci, mi venne a chiedere il voto, Le risposi: voto Giada Gervasi (scelgo il male minore) lei mi rispose: Renzo tu non sai chi è la Gervasi, è un AGNELLO vestita da “LUPO”. Oggi leggo: una nota dei Cittadini al Lavoro: far capire a noi cittadini “I LUPI del PASSATO”. Ma…………

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *