Tenta di accoltellare la convivente e cerca di uccidersi

Una lite furibonda tra conviventi ha rischiato di finire in tragedia. Un uomo ha aggredito la compagna e l’ha accoltellata. La donna è riuscita a proteggersi, riportando solo qualche ferita sugli arti. Lui, probabilmente in preda ad una crisi di nervi, con lo stesso coltello ha cercato di togliersi la vita, tagliandosi addome e gola. Le condizioni dell’uomo sono gravissime. Soccorso dal 118 è stato sedato, intubato ed elitrasportato all’ospedale San Camillo di Roma. La donna invece che non è in pericolo di vita, è stata comunque soccorsa dai sanitari dell’ambulanza e sottoposta a tutte le cure del caso all’ospedale di Terracina.

La cronaca

Erano da poco trascorse le 11 di questa mattina quando in un’abitazione di via Teodorico a Terracina, le urla provenienti da un appartamento hanno attirato l’attenzione dei passanti. Da lì a poco ambulanze, automedica e forze dell”ordine, probabilmente avvisati dalla stessa donna aggredita poco prima, hanno quasi circondato la zona ed hanno prestato i primi soccorsi.

Il movente

Quale sia stato il movente che ha spinto l’uomo ad avere una reazione così violenta non è chiaro. Sull’esatta dinamica e su quanto sia effettivamente accaduto pochi minuti prima dell’aggressione saranno le forze dell’ordine ad accertarlo.

Tiziana Cardarelli

Author: Tiziana Cardarelli

Una passione per il giornalismo diventata una professione. Una professione che sento nell'anima. Rendermi utile mi aiuta a vivere meglio. Cosa mi riempie il cuore di gioia? Il volontariato e vedere sorridere gli occhi dei bambini. Aiutare il prossimo dà un senso di leggerezza e di benessere interiore. Adoro gli animali perché riescono ad amare in modo incondizionato. Nonostante l'esperienza che credo sia la somma delle fregature, mi abbia insegnato che la riconoscenza sia solo il sentimento della vigilia, continuo ad essere sempre disponibile con il prossimo. La mia malattia cronica? Essere una nostalgica romantica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *