Influenza, il picco tra fine mese e la prima settimana di febbraio. I consigli dell’Oms

Il picco dell’influenza sta arrivando. Il clou dei contagi è previsto tra fine mese e la prima settimana di febbraio. Quest’anno l’influenza ha gia messo al letto quasi due milioni e 300 mila persone. Lo ha fatto nella seconda settimana del nuovo anno, colpendo soprattutto giovani e anziani.

I casi

Secondo il bollettino di sorveglianza delle sindromi influenzali InfluNet, a cura dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss), i casi, la settimana passata sono stati 374.000, per un totale, da metà ottobre, di circa 2.268.000 persone a letto. E con i contagi degli ultimissimi giorni ci si avvicina ai 3 milioni di casi. Dopo il lieve calo dovuto alla chiusura delle scuole nelle festività natalizie, quindi, il numero dei contagi influenzali continua a salire velocemente. Dal 6 al 12 gennaio 2020, l’incidenza totale è pari a 6,2 casi per mille assistiti.

Le regioni maggiormente colpite

Lazio, Marche, Umbria, Abruzzo, Campania, Piemonte, Lombardia, Liguria e Sicilia sono le regioni maggiormente colpite. Non mancano casi gravi e complicati, per lo più in persone anziane o con altre malattie croniche: secondo il bollettino FluNews, dall’inizio della sorveglianza, ne sono stati segnalati 20, che hanno necessitato il ricovero in terapia intensiva. Di questi, 4 sono deceduti.

I consigli dell’Oms

Per evitare o quantomeno tentare di ridurre i contagi, gli specialisti consigliano di lavare spesso le mani per almeno 30 secondi con detergenti e sotto acqua correte.

“Lava regolarmente le mani con acqua corrente e sapone e asciugale accuratamente con un asciugamano monouso“, dice l’Oms. “Ricorda: lavarsi le mani correttamente dura circa la canzone “Happy Birthday” due volte”, aggiunge. Altra raccomandazione è quella di evitare di toccare gli occhi, il naso e la bocca. E’ più probabile che i germi entrino nell’organismo attraverso gli occhi, il naso e la bocca. “Non puoi controllare tutto ciò che inali, ma puoi ridurre il rischio di infezione tenendo le mani lontane dal viso”, specifica l’Oms.” Se devi toccare gli occhi, il naso o la bocca, fallo con un fazzoletto pulito o lavati prima le mani”, aggiunge. L’Oms consiglia inoltre di evitare di di stare con persone malate. L’influenza è contagiosa. “Si diffonde facilmente in spazi affollati, come sui trasporti pubblici, nelle scuole e nelle case di cura e durante gli eventi pubblici”, spiega l’Oms. “Quando una persona infetta tossisce o starnutisce, le goccioline contenenti il virus possono diffondersi fino a un metro e infettare gli altri che le inspirano”, aggiunge. Infine, si raccomanda di restare a casa, in caso ci si ammali. Stare con gli altri li mette a rischio.


Avatar

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *