Bonus facciate 2020, cos’è e chi ne può usufruire

Nuovo strumento fiscale per detrazioni sui lavori in facciata.
La manovra fiscale 2020 ha introdotto un nuovo beneficio fiscale chiamato “Bonus facciate”, che permette importanti detrazioni per tutti coloro che dovranno effettuare lavori riguardanti le facciate delle proprie abitazioni.
Potranno usufruirne sia i proprietari di singole abitazioni che i proprietari di unità immobiliari facenti parti di complessi condominiali.
La circolare n. 2/E del 14-02-2020 emanata dall’Agenzia delle Entrate, definisce la tipologia di detrazione e i requisiti per poterla ottenere, vediamo quindi un po’ più nel dettaglio di cosa si tratta, chi può usufruirne e come farlo. I contribuenti da questo anno, oltre alle detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica, per le ristrutturazioni, per il bonus verde, possono beneficiare anche di un nuovo strumento fiscale che permette detrazioni IRPEF 2020 pari al 90 % delle spese sostenute per i lavori riguardanti le facciate esterne degli edifici condominiali e non, che va sotto il nome di “Bonus facciate”.

Bonus Facciate 2020 cos’ è

Trattasi di un bonus autonomo ed indipendente, ovvero sganciato da altri bonus fiscali tipo quello legato alle ristrutturazioni edilizie e di altro genere.
Tale bonus riguarda solo ed esclusivamente gli interventi che interessano le parti opache della facciata, i balconi, gli ornamenti ed i fregi non può applicarsi invece ai lavori relativi gli impianti, ad esempio pluviali o cavi ed escludendo anche gli infissi. La possibilità di applicazione di tale bonus però è limitato a quelle “zone omogenee” denominate A e B dal D.M. 1444/68, ovvero centri storici e zone di completamento, lasciando fuori invece le zone C, ossia quelle aree destinate a nuovi insediamenti edilizi
a bassa densità urbanistica.
Gli immobili ricadente nelle zone A e B succitate possono godere degli sgravi previsti dal bonus facciate per interventi finalizzati.

  • Al restauro delle facciate;
  • Al recupero delle facciate.
Cosa permette e quando si applica

Il bonus facciate permette una detrazione pari al 90 % delle spese sostenute effettuate nell’anno 2020, tali spese dovranno essere documentate e verranno ripartite in 10 quote annuali di pari valore a partire dall’anno in cui queste sono state sostenute. Esso non prevede alcun limite di spesa massima e la detrazione può riguardare sia interventi di ristrutturazione che di semplice manutenzione ordinaria, sia relativamente a facciate di case private che di complessi condominiali.
Gli interventi devono riguardare in maniera esclusiva le superfici opache della facciata, balconi, gli ornamenti ed i fregi, ovvero l’involucro esterno di tutti i lati del fabbricato e possono interessare opere di intonacatura, verniciatura, rifacimento ringhiere, marmi in facciata, balconi, parapetti e cornicioni, oltre alle spese tecniche per perizie, sopralluoghi, ponteggi, APE e smaltimento dei materiali di risulta durante l’esecuzione dei lavori.

Quando e dove non si applica il bonus facciate

Sono invece esclusi dalla possibilità di usufruire delle detrazioni fiscali del bonus facciate tutti quei lavori che riguardano le parti impiantistiche del tetto, le finestre, le chiostrine, i cavedi, i cortili, i portoni e cancelli e la sostituzione delle vetrate. Alla luce di quanto detto si evince che questo nuovo strumento per le detrazioni fiscali relative alle spese riguardanti il rifacimento delle facciate, è un’ottima occasione per poter
operare un risanamento estetico degli edifici, soprattutto quelli più vetusti, al fine di recuperare un patrimonio edilizio che altrimenti sarebbe difficile mantenere in uno stato adeguato di conservazione e manutenzione nelle parti esterne, in particolare nei centri storici che tanto valgono rappresentano per un paese come l’Italia, che fa dei borghi uno degli elementi caratteristici del proprio valore storico e culturale.
Per maggiori informazioni in merito al bonus facciate si può consultare il sito dell’Agenzia delle Entrate.

Cristiano Rossi

Author: Cristiano Rossi

Progettista architettonico, strutturale e consulente d'ufficio. cristiano_box@virgilio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *