Patto per la città, Secci difende i sabaudiani e attacca il sindaco: “Pacta sunt servanda”

Patto per la città, l’Amministrazione Gervasi sostiene che “rappresenta una opportunità per rendere maggiormente operative le commissioni consiliari, sede naturale per il confronto sui temi e le politiche territoriali. “Il patto per Sabaudia – continua il sindaco Giada Gervasi in una nota – è unicamente la continuazione di un percorso finalizzato alla condivisione e alla trasparenza amministrativa intrapreso sin dall’inizio del mio mandato. È una ulteriore apertura non solo alle minoranze ma anche a tutti coloro che operano per il bene pubblico, così come richiesto più volte anche dai consiglieri di opposizione durante le Capigruppo o i Consigli comunali”.

Alla luce di tali dichiarazioni chiediamo al leader di Forza Italia, Giovanni Secci come intende intervenire e cosa ne pensa di questa iniziativa del sindaco di Sabaudia.

“Ancora una volta ci troviamo di fronte ad un annuncio finalizzato non si capisce bene a cosa – commenta il capogruppo di Forza Italia e consigliere di minoranza, Giovanni Secci -. In politica i patti si possono fare e aggiungo, alla luce del sole, ma soprattutto devono essere frutto di una sincera volontà. Come consigliere, anche se di opposizione non posso venire a conoscenza di un fantomatico “patto” leggendolo sui giornali; cosa dovrei fare? Andare ad informami e chiedere di cosa si tratta? Se il sindaco Gervasi – chiosa Secci – avesse voluto effettivamente sottoscrivere un patto per la città con le forze politiche presenti in consiglio comunale e non, avrebbe dovuto recapitare ai diretti interessati, una convocazione ufficiale esplicitando l’effettivo interesse. Non secondaria l’indicazione degli argomenti, i tempi, gli obiettivi, i progetti, le risorse. In questo modo si poteva capire chi deve portare avanti cosa, con quali finalità, con quali tempistiche. Un ragionamento, insomma, articolato, serio e concreto, al di là dei soliti bla bla bla e dei soliti annunci tipici di questa Amministrazione. Si parte con il piede sbagliato. Ripeto, non si può leggere sui giornali e poi
pretendere che cittadini e consiglieri di minoranza vadano ad informarsi. Scusate, se sono sempre polemico, ma onestamente sono stanco delle prese in giro. A maggio dello scorso anno – aggiunge il capogruppo di Forza Italia, Giovanni Secci -, il Sindaco, nell’incontrare tutte le categorie imprenditoriali, lanciava “un patto per la città” raccogliendo a suo dire una marea di adesioni; mi chiedo che fine abbia fatto questo “patto”, quali risultati abbia ottenuto. Ora ne lanciamo un altro pensando che tutti si siano dimenticati degli annunci solo perché rimasti tali? Suvvia ma pensiamo veramente di poter concedere ancora credibilità politica a questo Sindaco?”


Consigliere Secci, la finalità di questo patto per la città, secondo lei qual è?

“Credo per tentare rilanciare la città. E’ evidente e sotto gli occhi di tutti che Sabaudia sta soffrendo e che è in stand by su ogni cosa. La squadra Gervasi purtroppo continua a dimostrare incapacità amministrativa.
Dopo due anni e mezzo o è iniziata in anticipo la campagna elettorale – atteso che all’attuale amministrazione tutto interessa tranne che risolvere i problemi legati alla città – continuando a buttare fumo negli occhi dei cittadini o altrimenti il sindaco non sa proprio cosa fare o non sa cosa vuole dire un “patto”. Se Giada Gervasi – commenta ancora il consigliere d’opposizione, Secci – fosse stata un primo cittadino politicamente credibile doveva rivolgersi alle forze politiche del territorio, con le vere motivazioni e con procedure ufficiali. Fare un mero comunicato stampa per annunciare un patto per la città, è come lavarsi le mani e dire alla fine del mandato che nulla è stato fatto perché nessuno ha aderito. Facile scaricare le proprie responsabilità su altri. Facilissimo. Così sono capaci tutti. Di Ponzio Pilato ne è pieno il mondo. Non è così che si fa politica. Non è così che si amministra una città. Ci vorrebbe rispetto per chi ha dato fiducia votando la squadra Gervasi. E’ questo quello che meritano i cittadini di Sabaudia? Pacta sunt servanda recitavano i latini. Fino ad oggi questa amministrazione cosa ha fatto per Sabaudia? Le promesse le ha rispettate? Coerenza e onestà intellettuale sono due pregi importanti che, purtroppo, non tutti possiedono. Credo che il tempo sia galantuomo e che le maschere prima o poi cadranno e porteranno allo scoperto i veri volti”.

Tiziana Cardarelli

Author: Tiziana Cardarelli

Una passione per il giornalismo diventata una professione. Una professione che sento nell'anima. Rendermi utile mi aiuta a vivere meglio. Cosa mi riempie il cuore di gioia? Il volontariato e vedere sorridere gli occhi dei bambini. Aiutare il prossimo dà un senso di leggerezza e di benessere interiore. Adoro gli animali perché riescono ad amare in modo incondizionato. Nonostante l'esperienza che credo sia la somma delle fregature, mi abbia insegnato che la riconoscenza sia solo il sentimento della vigilia, continuo ad essere sempre disponibile con il prossimo. La mia malattia cronica? Essere una nostalgica romantica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *