Comune: bilancio, approvato dalla sola maggioranza

E’ stato discusso e approvato, dalla sola maggioranza, ieri sera in consiglio comunale, il bilancio consuntivo 2018.

Voti contrari, invece, da parte di tutta la minoranza: Giovanni Secci (Forza Italia), Pasquale Capriglione e Enzo di Capua (Lega con Salvini premier) e Piera Polisena (Fratelli d’Italia).

Bilancio consuntivo, la minoranza spiega il voto contrario

“Non approviamo il bilancio consuntivo 2018 non perché non sia stato stilato rispettando le regole della norma – hanno commentato i consiglieri di minoranza -. Anzi. Facciamo i complimenti all’ufficio ragioneria per l’accuratezza nei dettagli. Ma questa è normalità. E’ scontato che ogni bilancio debba rispettare la legge. Il nostri voti contrari sono meramente politici. Non siano d’accordo nella gestione della Cosa pubblica. Questa Amministrazione si sta occupando soltanto dell’ordinaria amministrazione. Zero per quella straordinaria. Non ci sono idee, progetti. Non c’è nulla per rilanciare l’economia. Gli uffici comunali non riescono a gestire tutte le domande e le richieste dei commercianti e dei cittadini che, chiaramente, non hanno risposte. E’ iniziato il terzo anno di Amministrazione Gervasi e ancora siamo costretti a sentire: “faremo, faremo”. Questa Amministrazione non è dalla parte dei sabaudiani, non pensa al bene dei residenti, della città e della sua economia. Senza idee, progetti e investimenti, Sabaudia e la sua economia continueranno a soffrire. Così facendo la città non decollerà mai”.

Queste in sintesi le motivazioni fornite nel corso dell’Assise di ieri dalla minoranza. Un operato, quello dell’Amministrazione Gervasi, non approvato e dunque argomentato da ogni consigliere d’opposizione. Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega hanno voluto spiegare ai presenti in Consiglio e ai tanti radioascoltatori che hanno avuto modo di assistere, anche solo ascoltando online il Consiglio, i motivi dei loro voti contrari.

La sindaca Gervasi puntalizza

La sindaca Giada Gervasi ha voluto puntualizzare: “In campagna elettorale ho creduto di poter fare tutto e subito, ma una volta insediatami ho capito che non avevo la bacchetta magica. Stiamo lavorando e cercheremo di fare quanto possibile”.

Tiziana Cardarelli

Author: Tiziana Cardarelli

Una passione per il giornalismo diventata una professione. Una professione che sento nell'anima. Rendermi utile mi aiuta a vivere meglio. Cosa mi riempie il cuore di gioia? Il volontariato e vedere sorridere gli occhi dei bambini. Aiutare il prossimo dà un senso di leggerezza e di benessere interiore. Adoro gli animali perché riescono ad amare in modo incondizionato. Nonostante l'esperienza che credo sia la somma delle fregature, mi abbia insegnato che la riconoscenza sia solo il sentimento della vigilia, continuo ad essere sempre disponibile con il prossimo. La mia malattia cronica? Essere una nostalgica romantica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *