Celebrin bacchetta la maggioranza: “Solo illazioni”

Il consigliere del gruppo misto di minoranza, Massimo Celebrin che fino a qualche mese fa era nella maggioranza, non ne può delle continue illazioni e attacchi personali da parte dell’Amministrazione Gervasi. Celebrin con un comunicato stampa mette nero su bianco la “noncuranza dell’Amministrazione Gervasi nei confronti degli elettori, che meritano rispetto”. Una nota, quella del consigliere Celebrin che ha abbandonato la maggioranza per non condividere l’operato dell’Amministrazione, nella quale bacchetta tutto il gruppo. Di seguito riportiamo integralmente il comunicato.

LEGGI ANCHE QUI

Celebrin spara a zero sull’Amministrazione Gervasi”
Massimo Celebrin

Illazioni e attacchi personali: la maggioranza non si smentisce. Nessuna capacità di autocritica, nessuna attenzione per le istanze dei cittadini di cui mi sono fatto portavoce, questi amministratori vivono in un mondo tutto loro. Replica dopo replica, non fanno che ribadire la distanza e la noncuranza nei confronti degli elettori, che meritano più rispetto.

“Spirito di gruppo che ricorda il deplorevole atteggiamento da branco”

L’ostentazione dello spirito di gruppo, dell’unità di squadra, non solo non intimidisce ma ricorda quel deplorevole atteggiamento da branco (tutti contro uno) di cui c’è davvero poco da vantarsi.
Qualcuno, ad essere malizioso, potrebbe addirittura credere che ci sia un unico cervello a ragionare per tutti, dopotutto non c’è mai un commento che sia personale e non collettivo, non c’è modo di apprezzare le diverse personalità e posizioni dei consiglieri di maggioranza, che devono pure avere.

“Comunicati stile ‘Moschettieri del re'”

Insomma dai loro comunicati stile “moschettieri del re” emergono solo povertà di toni e mancanza di capacità politica e lo rilevo con rammarico perché, ribadisco, i cittadini meritano di più.
Restano senza risposta le domande relative alle problematiche evidenziate nel precedente comunicato e non è normale. Non è normale ignorare o spostare l’attenzione da una cosa a un’altra ogni volta che si chiede un chiarimento.
Gli amministratori svolgono un servizio per la comunità, sono tenuti a rendere conto del proprio operato e a risolvere dubbi e perplessità di chi espone un problema.

“Avvilente ricevere solo illazioni”

È avvilente ricevere puntualmente illazioni sulla mia integrità morale per il semplice fatto di svolgere il mio compito che è quello di rappresentare i cittadini e quindi riportarne anche il disagio.
Non è mia la colpa del diffuso malcontento ma delle azioni e della programmazione di questa maggioranza.
Io lascerei stare il dualismo vecchia-nuova politica cui sono tanto affezionati i miei colleghi perché ogni volta che ne hanno occasione danno prova di non meritare alcuna gloria.
Mettano da parte l’autocelebrazione e comincino a dare risposte puntuali alle interrogazioni di varia natura che hanno sul tavolo”.

Avatar

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *