Sabaudiano serial killer? Chiesto il giudizio

Duplice omicidio: questa l’accusa con la quale questa mattina a Frosinone è stato chiesto il rinvio a giudizio per D. C., il sabaudiano di 41 anni.
L’udienza preliminare è prevista per il prossimo 13 settembre.

L’accusa

Secondo quanto avrebbero accertato dagli inquirenti, D. C. all’interno del cadere di via Cerreto a Frosinone, nel 2015 avrebbe strangolato un uomo di 56 pugliese e l’anno successivo, sempre all’interno della casa circondariale ciociara avrebbe ucciso anche un ciociaro.

L’inchiesta risale a tre anni fa

L’indagine risale a tre anni fa quando, dopo il secondo decesso in carcere, gli investigatori cominciarono ad avere dubbi su quelle due morti in cella.

Il medico legale effettuò una ricognizione cadaverica sui detenuti e notò segni di strangolamento, chiaramente (secondo il medico legale) non compatibili con un suicidio.

L’uomo sta già scontando una pena per omicidio

D. C. attualmente è detenuto nella casa circondariale di Terni con l’accusa di omicidio. In primo grado il sabaudiano venne condannato a 30 anni di carcere. Pena poi ridotta a 18 in Appello e confermata anche in Cassazione. L’uomo si trova in carcere per avere ucciso un’anziana donna residente a San Felice Circeo. D. C. entrò in casa dell’ottantenne per compiere un furto ma una volta scoperto uccise la proprietaria di casa, colpendola alla testa con una pala. LEGGI ANCHE QUI

Avatar

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *