Sabaudia diventa città, il titolo conferito dal presidente Mattarella

“Sabaudia, una comunità che cresce e diventa città”. Questo il titolo della cerimonia che si è svolta ieri sera in piazza del Comune, nel corso del consiglio comunale in seduta straordinaria. A conferire il titolo di città è stato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in accoglimento della proposta del Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese.

Importanza storica e non solo

Un’assegnazione importante sotto il profilo istituzionale attraverso il quale la massima carica dello Stato riconosce l’importanza storica, architettonica, culturale e artistica di Sabaudia, emblema di un territorio che ha
saputo riscattarsi nel tempo, spodestando il contesto malarico e paludoso per iniziare, nei primi anni 30, un percorso virtuoso di insediamento demografico e di urbanizzazione, arrivando a definire al contempo un assetto sociale, economico e culturale degno di nota.

Il Consiglio Comunale è stato aperto dall’Inno d’Italia e l’Inno alla Gioia, eseguiti dalla banda musicale del comando Artiglieria Controaerei di Sabaudia diretta dal maresciallo Pasquale Casertano.

Il saluto del Prefetto Falco
Il prefetto Maurizio Falco

Prima della deliberazione del consiglio comunale il nuovo prefetto di Latina Maurizio Falco ha salutato i presenti alla manifestazione: “Più siamo vicini e meno formalisti, tanto più non recupereremo questa ripresa. E’ un momento difficile per l’economia ma dobbiamo fare in modo che il sistema Paese risorga tutto insieme e che sia soprattutto la cultura del confronto e non del conflitto. Auguri e aspettiamo di vederci presto in momenti di più libertà per goderci le bellezze di questa provincia”.

Voto unanime del Consiglio

“Non un mero titolo da esibire quello di città, ma uno sprone ad essere sempre all’altezza delle aspettative dei cittadini” Queste le parole del consigliera Francesca Avagliano nell’esprimere il voto favorevole nel corso nel consiglio comunale straordinario, a nome di tutta la maggioranza.

“E’ con grande orgoglio e spirito di riconoscimento che a nome mio e dei miei colleghi di minoranza, votiamo in modo favorevole alla deliberazione. L’auspicio è che dopo una giornata così importante, la vita amministrativa sia segnata da una stagione di progetti e che Sabaudia, esempio di eccellenza artistica, faccia da sfondo a tanti eventi e manifestazioni che possano contribuire a renderla ancora più bella di quanto già lo sia”. Così la consigliera Piera Polisena ha espresso il voto favorevole, a nome di tutta la minoranza.

L’Assise si è conclusa con il cambio del Gonfalone, della Bandiera della Città di Sabaudia e della fascia tricolore del Sindaco. Il Gonfalone e la bandiera utilizzati prima del riconoscimento del titolo di Città, entrano così a far parte dell’archivio storico di Sabaudia e a giorni saranno esposti al centro di documentazione “A.Mazzoni”.

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *