Associazione F.I.D.A.P.A., dieci anni e non sentirli

Nella magnifica cornice della sala convegni nella Palazzina “De Nobili”, sita nella sede del Comando Artiglieria Controaerei, sono stati celebrati i dieci anni ( 2009- 2019) della locale F.I.D.A.P.A. con la “Cerimonia delle candele”. Nella signorile location, attente e coinvolte, moltissime donne, degne
rappresentanti in campo artistico e culturale, dell’imprenditoria, del giornalismo, giovani professioniste, ognuna con la propria storia ed il personale impegno nella vita e nel sociale, oltre alle autorità civili e militari, tutte rappresentate.
Madrine della serata, la presidente Cristina Majoli , coadiuvata dalla prima
presidente della sezione di Sabaudia, Daniela Picciolo, accanto alle quali erano presenti Caterina Mazzella, presidente nazionale e Patrizia Fede Bonciani, presidente distrettuale della Fidapa.
Padrone di casa il generale Antonello Messenio Zanitti , comandante dell‘Artiglieria Contraerei .

LA F.I.D.A.P.A.

Per chi non ne fosse a conoscenza, la Federazione Donne Arti Professioni Affari è un’associazione, o meglio un movimento di opinione indipendente, senza fini di lucro, che persegue obiettivi in grado di promuovere, coordinare e sostenere le iniziative delle donne che operano nel campo delle arti, delle professioni e degli affari, sia autonomamente che in collaborazione con enti e istituzioni, associazioni, circoli, senza pregiudizio alcuno nei confronti di etnia, lingua e religione. Campo di azione è l’intero pianeta.

La storia

“Sono passati 10 anni ( leggiamo sull’opuscolo informativo, ndr ) della sezione e lungo questo cammino abbiamo dato voce a molte donne portando avanti la mission della Fidapa BPW Italy, realizzando molti eventi importanti con ospiti a caratura nazionale e internazionale. Siamo cresciute come gruppo, come donne, arricchendo non poco il nostro bagaglio culturale. Ci siamo adoperate con instancabile passione per la realizzazione al meglio di ogni singolo evento e oggi raccogliamo i frutti di tanto
impegno.

Era il 25 febbraio del 2009

Era il 25 febbraio del 2009 quando fu costituita la sezione, alla presenza della presidente del Distretto Centro, Donatella di Biasio, e su incoraggiamento e impulso della allora consigliera distrettuale della sezione di Terracina Rossella Poce. Fondatrici dell’importante iniziativa furono Daniela Picciolo in primis, promotrice e sostenitrice a tutto campo, che rivestì il ruolo di presidente ed attorno alla quale fecero gruppo:
Gabriella Assenza, Alessandra Beltrame, Clementina Brignone, Martina Carletti, Fabiola Carrara, Paola De Lucia, Elda De Vitis, Francesca D’Oriano, Vanessa Iacoacci, Rosaria Magliuolo, Giuseppa Nargi, Piera Pippa, Maria Raimo, Stefania Spagnuolo, Anna Maria Teofani, Federica Toce, Stefania Toce e Sonia Tondo.

Presenza e numeri della Fidapa

Sono 300 le sezioni in Italia, raggruppate in 7 distretti, 11.000 le donne consigliere su cui può contare, strettamente connesse alla Federazione Internazionale IFBPW, ovvero International Federation of Business and Professional Women. Durante la cerimonia, la presidente Nazionale, Caterina Mazzella, dopo aver illustrato gli obiettivi ed i risultati del suo mandato, ha consegnato la spilla della Fidapa alle nuove socie, entrate a far parte a pieno titolo nella sezione di Sabaudia.

Daniela Carfagna

Author: Daniela Carfagna

Nella vita ho fatto veramente tante cose, perché sin da bambina mi hanno insegnato che non è tanto importante il lavoro che si fa, ma come lo si fa. Così il venerdì mi sono laureata in lettere con 110 , a 23 anni, e il lunedì ero sui campi della ditta Terra Flora a raccogliere rape, colorabi e ravanelli, un lavoro durissimo che iniziava alle 5 del mattino e finiva alle 11 di sera. Poi il contatto e il piacere con i ragazzi a scuola, come insegnante di ginnastica e di lettere, infine l’ingresso nel mondo della cultura con il Ministero per i Beni Culturali e Ambientali e con il Comune di Sabaudia. Più di quarant’anni dedicati ai servizi culturali del territorio pontino prima e alla città dalle bianche torri, poi. In realtà un “non lavoro” , una passione ed un amore indiscusso che mi ha regalato molto, moltissimo, in pratica il mio “ quarto figlio” a cui credo di aver dedicato la vita. Oggi ho la fortuna di fare ciò che ho sempre amato, ma che prima non mi era consentito per gli impegni, i figli da crescere ed una famiglia da mandare avanti da sola: scrivere, leggere, viaggiare, ballare, pagaiare sul lago di Paola, con il gruppo Donna Più della Lilt, sezione di Latina, camminare, far fotografie. Adoro l’arte, il cinema e la buona compagnia. Il mio motto “la bellezza e la poesia salveranno il mondo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *