Tragedia sfiorata: spacca la testa al fratello, arrestato

Litiga con il fratello per futili motivi. Lo minaccia con un pala in giardino, poi lo insegue e dopo una colluttazione, lo colpisce alla testa con un bastone provocandogli un trauma cranico con ferita lacero contusa al labbro superiore. Bloccato dai carabinieri, è stato arrestato.

A finire in manette, con l’accusa di lesioni personali aggravate dall’uso di oggetti contundenti, un ragazzo di 20 anni, gia conosciuto alle forze dell’ordine, residente a Monte San Biagio.

I fatti

Il pomeriggio da incubo, secondo la denuncia della vittima, è iniziato ieri nel giardino dell’abitazione di famiglia. La lite è nata tra i due fratelli per motivi insignificanti.

Gli uomini del Commissariato di Fondi sono intervenuti nell’abitazione dei due fratelli, a seguito della segnalazione della vittima che era stata aggredita dal fratello.

Gli agenti una volta sul posto hanno trovato l’uomo che perdeva sangue dalla testa e poco distante, un bastone insanguinato. Rintracciato subito anche il presunto aggressore che aveva un dolore alla mano, poi risultata fratturata.


Entrambi i fratelli sono stati accompagnati dall’ambulanza all’ospedale di Terracina. All’aggressore, come detto, gli è stata diagnosticata la frattura della mano sinistra, mentre al fratello un trauma cranico e una
ferita lacero contusa al labbro superiore.

Il racconto della presunta vittima

La presunta vittima ha sporto denuncia e il fratello è stato ammanettato. Nel dettagliato esposto ha raccontato il folle pomeriggio. Mentre si trovava nel giardino dell’abitazione, la presunta vittima, è stata violentemente picchiata per futili motivi dal fratello. Il ventenne arrestato pare lo avesse prima minacciato e poi aggredito con una pala, con la quale aveva cercato di colpirlo, senza riuscirci. La presunta vittima, secondo quando denunciato, si sarebbe rifugiata all’interno dell’abitazione, dove era stata inseguita e raggiunta dal fratello. Lo stesso che pare poco prima l’avesse anche colpito con calci e pugni al volto e al corpo, poi alla testa, con il bastone rinvenuto dagli agenti.

A quel punto, sempre secondo la denuncia, la vittima sarebbe riuscita a rifugiarsi all’interno di una stanza della casa e a telefonare alla Polizia per chiedere aiuto.
Sulla base degli elementi raccolti, l’aggressore è stato arrestato per lesioni aggravate e, in attesa dell’udienza di convalida, prevista per domani mattina, ristretto nella camere di sicurezza della Questura di Latina. Le indagini sono coordinate dal Sostituto Procuratore Orlando.

Avatar

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *