Picchia commerciante per rapinarlo di 200 euro, preso

E’ entrato all’interno di un esercizio commerciale, si è diretto verso la cassa, l’ha aperta ed ha rubato 200 euro. Il titolare del negozio l’ha pizzicato sul fatto ed è intervenuto, ma invece di riuscire e bloccarlo ha incassato calci e pugni da finire a terra. Una vera e propria aggressione a seguito della quale il commerciante è stato costretto a fare ricorso alle cure dei medici.

Minorenne in manette

A finire in manette con l’accusa di tentata rapina impropria è stato un ragazzo di 17 anni residente a Velletri. Il giovane arrestato dai Carabinieri è stato affidato al Centro di prima accoglienza a Roma.

I fatti

Erano da poco trascorse le 22.30 di ieri quando un minorenne è entrato in un esercizio commerciale di Cori con l’intento di rubare. Il ragazzo si è diretto verso la cassa del negozio, l’ha aperta e ha arraffato duecento euro. Credeva di averla fatta franca e di poter fuggire con il ‘bottino’. Quando il commerciate si è reso conto del furto si è diretto verso il giovane per fermalo, ma non c’è riuscito. Il 17enne l’ha aggredito con calci e pugni. Botte che secondo il delinquente in erba sarebbero state indispensabili per scappare. La fuga del ragazzo è durata poco. Qualche minuto più tardi, infatti, è stato bloccato dai carabinieri e ammanettato con l’accusa di rapina impropria in flagranza di reato. Il minorenne di Velletri si trova ora al Centro di prima accoglienza a Roma.


Avatar

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *