Parco del Circeo, una settimana dedicata alle api

Lunedì si celebra la Giornata mondiale delle api. Insetti unici e insostituibili che svolgono un ruolo fondamentale all’interno dell’ecosistema, che però purtroppo l’uomo tende molto spesso a sottovalutare. L’aumento dell’inquinamento e il sempre maggior uso di pesticidi in agricoltura hanno causato una riduzione enorme nel numero di questi insetti nel mondo. L’allarme è elevatissimo, tanto che proprio l’ONU ha deciso di creare una giornata apposita da dedicare alla salvaguardia di questi insetti. Una ricorrenza internazionale, quella del 20 maggio, volta a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza e sui rischi che questi impollinatori corrono. Le api, nonostante non tutti lo sappiano, sono insetti straordinari e fondamentali per conservare la biodiversità sulla Terra. Grazie all’impollinazione, infatti, garantiscono lo sviluppo del 75% dei prodotti nella catena alimentare.

Ecco cosa fare a Sabaudia

Proprio per ricordarne l’importanza, il Parco Nazionale del Circeo ha riservato un’intera settimana alla Giornata mondiale delle api. Da lunedì 20 a domenica 26 maggio, presso il Museo naturalistico del Centro visitatori del Parco, in Via Carlo Alberto 188, verrà aperta una sezione dedicata a questi instancabili e insostituibili insetti impollinatori. Sette giorni in cui, grazie alla preziosa partecipazione di esperti apicoltori, sarà possibile approfondire il loro meraviglioso e curioso mondo. Un viaggio alla scoperta del loro contributo all’ecosistema e delle minacce che sono costrette ad affrontare a causa dell’uomo. I visitatori avranno la possibilità di calarsi completamente nel loro universo per comprenderne l’importanza. L’ingresso al Museo è gratuito.

Ma perché le api sono così importanti?

Le api sono conosciute dalla maggior parte della popolazione esclusivamente per la produzione del miele, ma la loro importanza è molto più alta. Le api sono insetti impollinatrici che provvedono a diffondere nell’ambiente i semi delle piante. Ogni volta che mangiamo un frutto dovremmo ricordarci che il fiore di queste piante frutticole e orticole è stato impollinato dall’infaticabile lavoro delle api.

Fabrizia Nardecchia

Author: Fabrizia Nardecchia

Ho iniziato a fare la giornalista “ufficialmente” 10 anni fa, ma in realtà, come ha sempre detto mia madre, sono nata con questa passione. Sin da piccola il mio gioco preferito era prendere appunti su quel che accadeva tra le mura domestiche, sedermi dietro una scrivania e immaginare di presentare un telegiornale. E come dire…la parlantina non mi è mai mancata! Laureata in Scienze della Comunicazione presso La Sapienza di Roma. Giornalista pubblicista, specializzata in giornalismo di cronaca, food e salute. Formazione lavorativa all’interno di testate giornalistiche, associazioni e agenzie di comunicazione. Adoro i bambini e gli animali, non credo ci sia al mondo qualcosa di più innocente ed emozionante di queste anime. Amo viaggiare, leggere, ascoltare i suoni della natura, l’arte e la musica. Questa sono io!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *