Covid-19: anticorpi monoclonali, via libera all’uso in Italia

La commissione tecnico scientifica dell’Agenzia italiana per il farmaco ha dato il via libera all’uso di anticorpi monoclonali in Italia per combattere l’infezione da Sars-coV-2.

Cosa sono

Gli anticorpi monoclonali sono anticorpi sintetici prodotti in laboratorio e ottenuti da quelli naturali prodotti dai pazienti immunizzati. Pazienti che hanno contratto il Covid-19 e poi sono guariti.

Il via libera dell’Aifa è arrivato ieri sera. La commissione tecnico scientifica dell’Agenzia italiana per il farmaco ha approvato due tipi di anticorpi. Quali? Gli americani Regeneron ed Eli Lilly. Due monoclonali che sarebbero in grado di ridurre la mortalità del 70%, uno dei quali viene prodotto nello stabilimento Bsp Pharmaceuticals di Latina.

A chi è rivolto il farmaco

I pazienti ai quali verrà somministrato il farmaco sono soprattutto quelli più a rischio. Coloro, dunque, che sono avanti con gli anni e quindi immunodepressi oppure affetti da patologie pregresse, come ad esempio il diabete. Soggetti, insomma, più a rischio di contrarre il Covid nella sua forma più seria.

Il costo

Costeranno circa duemila euro a dose che, secondo gli esperti, equivalgono a poco più di un giorno di ricovero, garantendo però una terapia completa ai soggetti più a rischio. Il farmaco approvato ieri dall’Aifa dovrà essere somministrato all’inizio dei sintomi, prima che la malattia sviluppi quelli più gravi.

Scoperta formidabile

Secondo uno studio americano sembra che il farmaco a base di anticorpi monoclonali potrebbe prevenire circa l’80% dei casi Covid-19, riducendo i rischi di infezione. Non solo. Studi clinici avrebbe confermato che il farmaco, somministrato in combinazione con l’Etesevimab sarebbe in grado di ridurre il rischio di ricovero e morte per Covid-19 del 70%.  

Avatar

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *