Attentato in Congo: due italiani uccisi, uno è pontino

Luca Attanasio, ambasciatore italiano nella Repubblica Democratica del Congo, è stato ucciso in un attacco a un convoglio delle Nazioni Unite nel Congo orientale, a Goma. Insieme all’ambasciatore è morto anche l’autista della scorta, un carabiniere pontino di 31 anni che guidava il convoglio.

Il militare pontino che ha perso la vita è Vittorio Iacovacci. Il carabiniere era originario di Sonnino ed era in servizio al battaglione Gorizia dal 2016.

Quale sia la matrice dell’assalto che ha portato alla morte di due italiani, ancora non è chiara. Da alcune indiscrezioni sembra che si sia trattato di un rapimento non riuscito. La tragedia si è verificata intorno alle nove italiane di questa mattina, vicino la città di Kanyamahoro.

Il presidente Mattarella: La Repubblica Italiana è in lutto

“Ho accolto con sgomento la notizia del vile attacco che poche ore fa ha colpito un convoglio internazionale nei pressi della città di Goma uccidendo l’Ambasciatore Luca Attanasio, il carabiniere Vittorio Iacovacci e il loro autista. La Repubblica Italiana è in lutto per questi servitori dello Stato che hanno perso la vita nell’adempimento dei loro doveri professionali in Repubblica Democratica del Congo”.

Il ministro Di Maio: Grande sgomento

“Ho appreso con grande sgomento e immenso dolore della morte oggi del nostro ambasciatore nella Repubblica Democratica del Congo e di un militare dell’Arma dei Carabinieri. Due servitori dello Stato che ci sono stati strappati con violenza nell’adempimento del loro dovere. Non sono ancora note le circostanze di questo brutale attacco e nessuno sforzo verrà risparmiato per fare luce su quanto accaduto. Oggi lo Stato piange la perdita di due suoi figli esemplari e si stringe attorno alle loro famiglie e ai loro amici e colleghi alla Farnesina e nell’Arma dei Carabinieri”.

Avatar

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *